Loading...
Home / Our posts / Musica come medicina per curare – I terapisti rivelano quali playlists usare per trattare 7 problemi di salute, dall’ansia alla perdita della memoria

Musica come medicina per curare – I terapisti rivelano quali playlists usare per trattare 7 problemi di salute, dall’ansia alla perdita della memoria 11

Che sia per questioni di cuore o per festeggiare qualcosa di importante, istintivamente usiamo la musica per cambiare o migliorare i nostri stati d’animo e per questo motivo la musica può essere usata nella psicoterapia e nell’auto-aiuto, insomma la musica può essere usata come una medicina per curare.

L’arte sta nel trovare il giusto tipo di musica che si connetta con il tuo umore. Questo è ciò che i terapeuti di musica fanno con i loro clienti.

Per fortuna, non è necessario essere musicisti o esperti per utilizzare la musica per aiutare la nostra performance o per migliorare il nostro stato d’animo.

In questo articolo daremo alcune linee guida per aiutarvi ad usare la musica per migliorare il nostro, il tuo stato d’animo e il tuo benessere.

1 – Memoria

Prova questo: Ascolta una canzone risvegli i tuoi ricordi

La musica registrata crea associazioni a fatti accaduti nel passato e a luoghi. Sentendo una canzone, possiamo risvegliare vecchi sentimenti come sentimenti Romantici, tristi, di felicità o divertenti.

La musica può farci sentire nostalgici e può farci ridere o piangere, innamorati o arrabbiati.

Quando si lavora con persone anziane che soffrono di perdita di memoria, far loro sentire la loro canzone preferita, può riportarli con la memoria a tempi più felici.

Questo può risvegliare altri ricordi. La musica aiuta gli anziani ad avere un senso di continuità nella loro vita e che può aiutarli,  orientarli, ricordandogli tutto ciò che hanno fatto nel tempo.

2 – Ansietà

Prova questo: Seguire il ritmo della musica

Tutti abbiamo un ritmo interiore diverso dagli altri. L’ansia ci fa perdere il nostro ritmo, perché innesca l’istinto di scappare.

L’ansia è una risposta alla paura e in realtà significa imbottigliare l’energia che può scatenare la lotta, il volo o bloccare le risposte istintuali.

Durante questa risposta i muscoli possono stringersi come per prepararci a combattere o a correre. Se provocati, i sentimenti spaventosi come la rabbia, sono difficili da esprimere liberamente senza che qualcuno si faccia male.

Ciò comporta la scoperta della differenza tra l’assertività e l’aggressività. Quest’ultima non è buona in quanto può portare alla violenza, ma l’assertività può comportare compiere un’attività fisica creativa per liberare questa energia repressa. La musica può aiutare in questo.

Prova a imparare seguire il ritmo musicale per alleviare la tensione o i sintomi di ansia. Inizialmente, questo potrebbe essere imbarazzante se altri ti ascoltano o ti vedono, ma è possibile riuscirci.

Per esempio il tamburo africano Djembe dà un contatto diretto tra le mani e la testa della pelle del tamburo, attraverso il quale si possono sentire le vibrazioni e questo crea un benefico senso di liberazione.

La boxe Beat è una forma di percussioni vocali che usa le labbra, la lingua e la voce per produrre vibrazioni che creano il suono. Questi organi sono coinvolti nel rilascio di energia attraverso il movimento fisico e questo può distrarti dai martellanti pensieri negativi causati dall’ansia.

3- Obiettivi

Prova questo: Ascolta la tua playlist preferita o impara a suonare uno strumento

Ascoltare la tua playlist favorita può contribuire a mettere a fuoco i tuoi obiettivi e a concentrarti. Ti permette di concentrarti solo su un obiettivo permettendoti di estraniarti dal mondo che ti circonda.

4 – Attività motorie

Prova questo: Cantare una dolce melodia

Il ritmo è fondamentale per il miglioramento delle abilità motorie quando si utilizza la musica specialmente per aiutare le persone affette dal Parkinson.

Se hai bisogno di aiutare una persona affetta dal morbo di Parkinson a camminare, potresti provare a cantare una dolce melodia. Il risultato sarà che il malato seguirà il suono nei suoi movimenti.

La musica così usata, migliora le abilità motorie lavorando sulla coordinazione diagonale, sull’equilibrio, sulla coordinazione degli occhi e la memoria muscolare, collegando i processi mentali e fisici.

5 – Depressione

Prova questo: Ascoltare la musica classica

Nella sua autobiografia William Styron, autore americano, racconta della sua lotta con la depressione, descrivendo come in un’occasione stesse disperatamente cercando di spararsi, ma all’ultimo momento sentendo la musica del compositore tedesco Johannes Brahms decise di non farlo e questo gli salvò la vita.

In quel momento la sua vita cominciò a significare qualcosa e trovò sollievo negli umori melanconici ed emozionanti dei Requiem del tedesco Brahms.

Se soffri di insonnia questo può essere legato allo stress e all’ansia o al timore di risvegliarsi al mattino e vivere una nuova giornata, anche questo è un sintomo della depressione.

Un antidodo può stare nell’ascoltare la radio, ad un volume abbastanza basso da poterla sentire ma allo stesso tempo che ci  lasci liberi di fare le nostre faccende.  Stazioni radio che trasmettono musica classica posso fare al caso nostro.

6 – Prestazioni Accademiche

Prova questo: Imparare a suonare strumento musicale

Suonare uno strumento musicale è associato ad una maggiore capacità verbale, alla capacità di lavorare le cose e al miglioramento del coordinamento motorio. Questo perché per essere in grado di suonare uno strumento sono necessarie molte ore di disciplina e sono coinvolti molti altri fattori.

Ad esempio, un ragazzo di undici anni, che chiameremo Lenny, grazie allo studio della musica, in un solo anno scolastico è riuscito a migliorare a tal punto da arrivare ad essere tra i primi della classe. Nel suo caso le lezioni di musica individuali gli diedero la fiducia di cui aveva bisogno, dotandolo di un miglior coordinamento fisico, maggior attenzione e rapidità nei processi mentali.

7 – Miglioramenti nelle performance

Prova questo: tutto quello che ti piace a 145 battiti al minuto

Per molte persone, ascoltare la musica giusta significa migliorare anche le proprie prestazioni fisiche.

La ricerca ha dimostrato che la musica può aiutarci a sostenere l’attività fisica intensa, attutendo la sensazione di affaticamento e di dolore.

Scegliere la musica giusta che ti piace, è il primo passo indispensabile, per sentirti a tuo agio e questo ti aiuterà a migliorare di conseguenza le prestazioni. Questo significa che la ricerca di canzoni che hanno il giusto effetto emozionale per te è particolarmente importante.

Sembra che mantenersi sui 145 BPM, sia di vero beneficio. La raccomandazione è quindi di trovare il giusto ritmo e la miglior musica per te. http://www.dailymail.co.uk/health/article-4671656/Therapist-reveals-playlists-treat-7-health-issues.html

La musica come medicina?

In conclusione possiamo dire che la musica è in grado di migliorare la nostra vita, come una medicina, può migliorare la nostra salute fisica ed emotiva. La raccomandazione è quindi ancora una volta quella di ascoltare la musica giusta per te, la musica che ti può dare la giusta carica, stimolare pensieri positivi, come la musica che trovi su http://www.ropmusic.it/

Comments are closed.